Questo sito utilizza cookie di terze parti per funzionalità quali la raccolta di informazioni statistiche in forma aggregata e l'utilizzo di widget social come Tripadvisor. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la cookie policy. Continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento della pagina acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

01.02.13

CARNEVALE IN IRPINIA

ristorante

Il carnevale in Irpinia vanta una tradizione antichissima: musiche, balli, maschere assumono, in ogni zona della provincia di Avellino, caratteristiche uniche che rendono il periodo del Carnevale particolarmente attraente ed interessante.

Le rappresentazioni del Carnevale in Irpinia hanno una loro connotazione strettamente legata al territorio, momenti di folklore che richiamano antichi riti della civiltà contadina, usi e costumi che, nel tempo, si sono tramandati di generazione in generazione. Seguendo la tradizione, in quasi tutti i paesi si svolgono manifestazioni, con l’intera popolazione che partecipa sia alla preparazione che allo svolgimento delle rappresentazioni. Tra le varie manifestazioni segnaliamo:

Dal 17/01/2012 al 17/02/2012 AQUILONIA (Av) Carnevale ad Aquilonia

Dal 09/02/2012 al 12/02/2012 PATERNOPOLI (Av) CARNEVALE DI PATERNOPOLI 2012

Dal 17/01/2012 al 17/02/2012 MONTEMARANO (Av) Carnevale di Montemarano

Manifestazione tutta irpina del carnevale è la "Zeza". Famose sono quelle rappresentate dalla frazione di Bellizzi Irpino e dai comuni di Cervinara, Mercogliano, Monteforte Irpino e Solofra.

La "Zeza" è una macchietta carnevalesca, con canti accompagnati da strumenti vari, che nacque nelle strade e piazze di Napoli nella metà del XVII secolo, da cui si propagò nelle varie aree del Regno, assumendo connotazioni differenti. Tutte le parti, anche quelle femminili, venivano svolte solo da uomini, poichè le donne non potevano mostrarsi in manifestazioni pubbliche.

Tale rappresentazione pubblica venne vietata nella metà del XIX secolo, per le esplicite ed eccessive allusioni e il parlato eccessivamente volgare, continuando, però, solo nelle zone interne, la cui tradizione venne tramandata a memoria di generazione in generazione.

La Zeza rappresenta di solito scenette di conflitto familiare tra giovani ed anziani e tra marito e moglie, concludendosi sempre con un lieto fine.

Tale rappresentazione si incentra sul matrimonio tra "Don Nicola", studente universitario e "Vicenzella", che però non sono gradite dal padre della giovane, "Pulcinella napoletano", che diventa "Granturco" nella Zeza mercoglianese, il quale teme che la moglie lo tradisca. La moglie, "Zeza" (diminutivo di Lucrezia), al contrario, vuole che la figlia si goda la vita.

La Zeza di Mercogliano contempla un tipico ballo, noto come "Intrezzata" o "Intreccio", che prevede la partecipazione di cacciatori e pacchiane, talvolta in gran numero, che svolgono diverse figure, quali cupole, gallerie e via discorrendo. Tale rappresentazione colpì talmente il regista Pier Paolo Pasolini, che dopo avervi assistito nel 1971, la fece conoscere a tutto il mondo inserendola come colonna sonora nel lungometraggio "Il Decamerone".

Col passare degli anni i personaggi che animano la Zeza sono aumentati, e sono diventati peculiari della zona dove essa viene rappresentata. Simpatica fu verso la fine degli anni ’40 l’uso della questua, introducendo il "Giardiniere", che tramite una prolunga detta "scaletta", poteva raccogliere le offerte provenienti dai piani alti delle abitazioni, per coprire i sempre maggiori costi della Zeza.

Vi invitiamo a trascorrete qualche giorno nel nostro hotel per raggiungere le varie manifestazioni e per poter assaggiare presso la nostra sala ristorante ricette tipiche e buonissime: lasagne, zuppa di cotechino, "sanguinaccio", migliaccio, chiacchiere e tanto altre!

Archivio

  • 09.10.17Avviso alla clientela

    hotel

    Si avvisa la gentile clientela che l’albergo è attualmente chiuso. Il ristorante, invece, funziona regolarmente. Grazie e a presto!

  • 03.09.17Menù Turistico

    ristorante

    Tutto l’anno, il Ristorante "La Castagna" offre i seguenti menù a prezzo fisso: € 20,00 a persona 5 portate a persona 2 Primi 1 Secondo 1 Contorno Dolce € 25,00 a persona 6 portate a (...)

Esterno Albergo

Si accettano tutte le carte di credito